fbpx
CINI Italia | In supporto a Child In Need Institute - CINI India

In dialogo con Fondazione San Zeno per parlare di cambiamento e sostenibilità

25 Gen

Logo Fondazione San Zeno

Fondazione San Zeno, l’ente filantropico del Gruppo Calzedonia, è un partner storico di CINI. Grazie a Fondazione San Zeno CINI ha potuto implementare progetti strategici avviando un partenariato di lunga durata attento non solo ai progetti ma in grado di valorizzare anche il proprio metodo di lavoro, il Metodo CINI, applicato in ogni intervento attuato.

Nell’anno del nostro 50esimo anniversario, abbiamo voluto indagare le origini di questo percorso aprendoci al contempo al futuro, chiacchierando con Fondazione San Zeno di cambiamento e sostenibilità. Buona lettura!

Che obiettivi persegue la Fondazione? Su quali temi è impegnata?

Come Fondazione San Zeno pensiamo che l’educazione e il lavoro siano due strumenti per poter immaginare un’opportunità di cambiamento. Per interpretare le sfide di ogni giorno, per affrontare le fragilità che la vita ci mette davanti. A Verona, in Italia e in ogni angolo del mondo.

 

Quali sono gli elementi principali su cui ponete l’attenzione quando ricevete una richiesta di supporto da parte di un ente?

Per tutte le realtà ed i programmi che sosteniamo ci poniamo una domanda: quale cambiamento ha generato l’azione che abbiamo sostenuto?
Come possiamo capirne il valore? Quando l’effetto dell’intervento si realizzerà e per quanto tempo seguiremo la sua evoluzione?
Queste e molte altre domande accompagnano il nostro lavoro. Crediamo fortemente nell’importanza della valutazione finalizzata a dare valore ad alcuni progetti rispetto ad altri. Valutazioni qualitative e quantitative; ex-ante, in itinere ed ex-post; attraverso l’analisi di rendicontazioni documentali periodiche, incontri e visite in loco di approfondimento.
Seguendo questo modus operandi più del 95% dei progetti sono stati visti e visitati.
Crediamo però anche che la complessità di certi processi sia difficile da contenere in semplici numeri. La valutazione la intendiamo come una bussola che ci può indicare se continuare a seguire la rotta o se cambiarla e a capire se chi è dietro al timone ha saputo leggere e interpretare tutti gli indicatori per seguire la rotta migliore. Si tratta di valutazioni per dare valore. Per capire se è il momento di fermarsi o se l’azione intrapresa è stata capace di produrre cambiamento, reale e duraturo.

 

Perché avete scelto di sostenere CINI?

In CINI abbiamo trovato quello che per noi è il lavoro della comunità. Attraverso la condivisione, la partecipazione, ma soprattutto la consapevolezza che per cambiare le cose le persone devono pensarsi come portatrici di diritti: responsabili e protagonisti. Poi il vero cambiamento passa attraverso l’azione, non tanto dei singoli, ma di una collettività.
Sostenere un progetto da ormai 15 anni è una prova concreta di quanto crediamo nel suo intervento, ma soprattutto in un metodo in grado di coinvolgere e rendere le comunità protagoniste del proprio cambiamento.

Fondazione San Zeno non ha una storia lunga come quella di CINI. La nostra azione nasce nel 1999 da Sandro Veronesi, presidente del Gruppo Calzedonia. 25 anni fa quando si parlava ancora poco di responsabilità d’impresa, di sostenibilità sociale. Quando la parola “filantropia”, più che adesso, veniva scambiata con “beneficenza”. Allora la scelta fu semplice e chiara: creare un ente no profit che accompagnasse economicamente, ma non solo, iniziative e progetti con un obiettivo: offrire concrete opportunità di autonomia e riscatto a persone in difficoltà. Da allora la Fondazione agisce con autonomia e con uno staff dedicato, accompagnando enti e associazione nella sfida di promuovere opportunità di cambiamento.

Post Comment

Top