fbpx
CINI Italia | In supporto a Child In Need Institute - CINI India

Vivere la gravidanza in India: la storia di Garima

22 Mag

Garima ha 19 anni e vive con il marito e i suoceri in un piccolo villaggio a sud di Calcutta, chiamato Joaru. In questa zona, da qualche tempo CINI porta avanti programmi per garantire il diritto alla salute, in particolar modo di donne e bambini. Quella di Joaru, infatti, è una zona rurale e povera, dove vivono molte minoranze etniche e religiose. Tra le comunità marginali indiane spesso sono diffusi pregiudizi e credenze che possono rappresentare un serio pericolo per la salute delle persone.

Garima si è sposata giovane, a soli 17 anni, con Aarav e subito dopo il matrimonio è andata a vivere con lui nella casa dei suoceri. Fin dal primo giorno, Padma, la suocera ha cominciato a farle pressione affinché restasse incinta, ma la gravidanza non arrivava. Quando finalmente Garima scopre di aspettare un bambino, Padma le sconsiglia di andare al Centro della Salute del villaggio, non fidandosi di quella istituzione.

L’intervento di CINI per la gravidanza di Garima

Durante un giro di visite casa per casa in quella zona, un’operatrice di CINI incontra Garima e subito si accorge della sua gravidanza. La ragazza è molto magra e sembra affaticata. L’operatrice comincia ad interessarsi della sua situazione e scopre che a casa è Garima ad occuparsi di tutto, mentre il marito è al lavoro. I suoceri non la aiutano quasi per nulla. Così, l’operatrice invita lei e Padma ad un incontro per donne incinte che si sarebbe tenuto dopo qualche giorno al Centro della Salute. Garima prova a convincere la suocera, che tuttavia è irremovibile. Così, la ragazza ci va da sola.

All’incontro, Garima incontra di nuovo l’operatrice, le racconta del rifiuto di Padma di accompagnarla e delle difficoltà che sta vivendo. Nei giorni successivi, l’operatrice la aiuta a registrare la gravidanza presso il Centro della Salute, permettendole così di accedere ai servizi pubblici dedicati alle donne incinte. Inoltre, l’operatrice comincia a far visita regolarmente alla casa di Garima, parla con il marito e con i suoceri, li sensibilizza sul ruolo che possono avere durante questa gravidanza. A poco a poco, riesce a convincere Padma che le visite prenatali sono fondamentali per Garima e che è importante che tutta la famiglia sostenga la futura mamma.

Nei mesi successivi, Padma si coinvolge sempre di più nella gravidanza di Garima, la aiuta nei lavori in casa e la accompagna alle visite al Centro della Salute. Al termine dei nove mesi, Garima dà alla luce un bel maschietto di 2,9 kg, che chiamano Dinesh. Tutta la famiglia festeggia la nascita del bimbo e ringrazia l’operatrice di CINI per l’aiuto.

Il progetto Adotta una Mamma in India

Attraverso il progetto Adotta una Mamma, un sostenitore italiano può prendersi cura di una donna indiana in gravidanza, assicurandole l’accesso alle cure sanitarie e all’assistenza nutrizionale necessarie per la nascita di un bambino sano. Il progetto dura 33 mesi e accompagna la futura mamma a partire dalla gravidanza fino al secondo compleanno del bambino. Scopri come fare per adottare una mamma, tutte le informazioni a questa pagina: Adotta una Mamma.

Post Comment

Top